Ricette Tradizione

Past, patan e provola!

Finalmente oggi past, patan e provola, la ricetta che mi richiedete da tanto tempo!

E’ un piatto a cui sono molto affezionato. E’ un pezzo di infanzia, un pezzo della nostra terra, le nostre nonne ed è tra i miei piatti preferiti. Occorrono pochi ingredienti e poco tempo per cucinarla ma la sua unicità sta nella sua semplicità. E’ la regina delle paste; bella cremosa, filante, pepata, profumata, morbida. Un mix di sapori, profumi e consistenze incredibili che riconciliano proprio il creato per intero. E’ un piacere mangiarla, si. Ancora più bello, però, è cucinarla e condividerla. Quel ciack ciack della mantecatura non ha eguali. Fa venire la pelle d’oca ed è il segno che quella che avete preparato è na pasta infallibile!

Ingredienti per quattro persone:

  • 320g pasta mista
  • 250g patate
  • Una costa di sedano
  • Una cipolla bianca
  • Mezzo spicchio d’aglio
  • Una carota
  • Quattro pomodorini datterini
  • Due fette di lardo
  • 50g parmigiano
  • 100g provola affumicata
  • Pepe
  • 50ml vino bianco
  • Sale
  • 50g Crosta di parmigiano
  • Basilico
  • Gambi di prezzemolo
  • Olio evo

Procedimento:

Iniziate col tagliare tutte le verdure a cubetti. Scaldate dell’olio evo in una pentola alta. Aggiungete un batutto di lardo, pepe, crosta di parmigiano, aglio, cipolla, sedano, carota, due foglie di basilico, due gambi di prezzemolo e le patate. Fate tostare il tutto aggiungendo un pizzico di sale per far perdere liquidi alle verdure evitando così di bruciarle. Aggiungete i pomodorini tagliati a metà dopodichè aggiungete il vino bianco e lasciate sfumare. Evaporato l’alcol del vino, aggiungete acqua fino a coprire il tutto, abbassate la fiamma e fate cuocere il tutto, coprendo la pentola con un coperchio, per circa 15 minuti.

 

 

Dopo questo arco di tempo alzate la fiamma, regolate di sale. Fate bollire il tutto dopodichè versate la pasta. Mescolate di tanto in tanto e , quando la pasta lo richiede, aggiungete altra acqua a filo per evitare che la pasta si attacchi eccessivamente. Arrivati a cottura spegnete il fuoco, aggiungete un goccino di acqua calda, aggiungete il parmigiano e la provola tagliata a cubetti piccolissimi. Mescolate amalgamando il tutto. Mentre ammescate si deve sentire un suono soave e caratteristico: “ciackCiack”. Dopo aver mantecato il tutto, aggiungete un filo d’olio evo a crudo, una macinata di pepe e coprite la pentola. Fate riposare per circa 2 minuti. Il calore generato dalla pasta, a contatto con l’olio a crudo, sprigionerà in pentola tutti gli aromi. Servite aggiungendo basilico e pepe nero macinato fresco. Addentate e godetene tutti!

 

Rispondi