Ricette

Pane tipo 1

Oggi ho sperimentato una nuova ricetta per il pane. Il risultato è stato ottimo. Buona crosta, interno soffice e scioglievole. E’ molto semplice come ricetta ed l’ideale per chi ha voglia di realizzare pane fresco tutte le mattine in casa.

INGREDIENTI:

  • 500g farina di tipo 1
  • 350g acqua
  • 13g sale
  • 4g di lievito di birra fresco
  • 15g di olio evo

PROCEDIMENTO:

Iniziamo a mettere nella planetaria 200g di farina, alla farina aggiungiamo 110g di acqua, molto lentamente, e lasciamo il composto ottenuto in autolisi per circa 2 ore. L’autolisi è un processo importante che consente di ottenere un prodotto finale con un sapore caratteristico, ottima struttura, migliore capacità di assorbimento di acqua. Questo processo inoltre fa ridurre i tempi d’impasto e rende l’impasto liscio e malleabile. In particolare si ha una formatura più agevole e il prodotto finale sarà fantastico. Ci sarà un volume maggiore, ottima struttura, alveolatura e maggiore sofficità della parte della mollica.

Dopo due ore, aggiungiamo la parte restante della farina. Iniziamo ad impastare e piano piano aggiungiamo i restanti 240g di acqua con il lievito disciolto all’interno. Impastiamo per bene il tutto per circa 10 minuti, dopodiché aggiungiamo il sale, l’olio e impastiamo a massima velocità per 90 secondi circa.

Ottenuto un impasto ben incordato trasferiamolo sul banco e diamogli delle pieghe. Facciamolo riposare coperto da pellicola o canovaccio umido in un contenitore leggermente unto  per 40 minuti. Trascorsi 40 minuti rifacciamo le pieghe all’impasto e rimettiamo a riposare per altri 40 minuti. Trascorso questo tempo diamo altre pieghe e lasciamo lievitare per 40\50 minuti. Dopo questo periodo di tempo mettiamo in forma il pane e lo trasferiamo in un cesto da panificazione (o un semplicissimo contenitore) ben infarinato avendo cura di porre verso l’alto la parte dell’impasto dove abbiamo effettuato la chiusura durante la messa in forma.

A questo punto diamo una spolverata di farina, copriamo con pellicola e lasciamo l’impasto in frigo per 7\8 ore (una notte in pratica)

Trascorso questo tempo mettiamo l’impasto in una teglia leggermente infarinata, facciamo prendere un po’ di temperatura all’impasto, facciamo dei tagli ed inforniamo.

Per la cottura, se non avete un forno a vapore combinato, mettete una teglia piena d’acqua sul fondo del forno. Portate il forno (STATICO) a 250 gradi. Mettete la teglia con l’impasto in forno all’ultimo ripiano più in basso e fate cuocere in questo modo per 10 minuti.

Dopo 10 minuti portate il pane al ripiano immediatamente superiore e continuate a cuocere per altri 10 minuti a 250 gradi.

Abbassate quindi la temperatura a 220 e continuate la cottura a questa temperatura per 15 minuti. Poi abbassate la temperatura a 190 gradi, togliete il pentolino dal forno e continuate a cuocere per altri 10 minuti.

Alla fine impostate il forno in modalità VENTILATO e ultimate la cottura facendo cuocere il pane a 160 gradi per altri 15 minuti.

 

Rispondi