Ricette

Mimicchio

Oggi un nuovo piatto. Il suo nome è mimicchio. Un omaggio a quei geni dei the jackal che riescono sempre a trovare il modo di farmi ridere ogni santo giorno anche con una semplice storia su Instagram. Mimicchio è un piatto checazz assai. Si tratta di rigatoni, crema di friarielli aromattizzata all’aglio ed alici, salsiccia sbriciolata e fonduta di pecorino.
Un piatto dai sapori nostrani mimicchio che, sono sicuro, farete in tanti e soprattutto tante volte.
È semplice e veloce da preparare.
Ingredienti per 4 persone:
•250g di friarielli
•350g di rigatoni
•300g di salsiccia
•Due alici sott’olio
•Due spicchi d’aglio
•200ml di panna da cucina
•Una noce di burro
•120g di pecorino
Procedimento:
In acqua bollente e salata mettete i friarielli e sbollentateli. Una volta cotti, scolateli e raffreddateli con acqua molto fredda (aiuterà a mantenere il colore di un verde vivo), tenete da parte un mestolo d’acqua in cui li avete cotti. In una padella mettete dell’olio evo, i due spicchi d’aglio e le due alici. Fate andare a fuoco lento in modo da non bruciare né alici né aglio ed in modo da estrarre al meglio tutti i sapori.
Dopo circa 10 minuti spegnete il fuoco, mettete i friarielli in un recipiente, aggiungete il mestolo d’acqua di cottura dei friarielli, l’olio aromatizzato ed emulsionate il tutto con un frullatore ad immersione. Tenete la crema da parte che non deve essere nè troppo densa nè troppo liquida…. na via e miez. Fate una fonduta di pecorino portando a bollore la panna con aggiunta di burro. Spegnete il fuoco ed aggiungete il pecorino evitando che si formino coaguli (nun adda quaglià… ma pure se quaglia, potete sempre usare un trucchetto e fare una passata ammacchiata col frullatore nella fonduta e non dite niente a nessuno). Mescolate per bene e tenete da parte. Mettete la pasta in abbondante acqua bollente e salata.
Nel frattempo , in una pentola antiaderente fate andare la salsiccia sbriciolata senza aggiungere grassi (tenete da parte per l’impiattamento qualche pezzettino ben rosolato), fate rosolare e poi sfumate con vino bianco o un po’ d’acqua di cottura della pasta. Arrivati ad 8 minuti di cottura della pasta, (solitamente i rigatoni cuociono in 13 minuti) mettetela in padella con la salsiccia sbriciolata, aggiungete un paio di mestoli d’acqua di cottura, la crema di friarielli e ammiscate e fate continuare la cottura della pasta così, aggiungendo altra acqua quando la pasta lo richiede. La cottura farà aderire perfettamente la crema di friarielli alla pasta e tutti i sapori si amalgameranno meglio. A fine cottura adagiate la pasta in un piatto e con l’aiuto di un cucchiaio finite il tutto con la fonduta di pecorino, qualche pezzetto di salsiccia sbriciolata ed un pizzico di pepe.
Azzeppate, magnate e pensate che InGordo adda sta buon cient ann per questa ricetta che vi farà uscì pazzi (si, ne sono convinto!)

Rispondi