Gourmet Ricette Tradizione

Autunno in tavola

Autunno, gli alberi iniziano a spogliarsi, il traffico in tilt in ogni città per la ripresa di tutte le attività, le prime giornate cupe e quelle verdure che non ci saziano più. E’ così. Questo periodo dell’anno necessita di piatti sostanziosi, caldi e avvolgenti.

Per me l’autunno è sinonimo di fughi porcini. Sono dei funghi pregiatissimi, che possono essere consumati in svariati modi. Fritti, saltati, crudi e chi più ne ha più ne metta. Io li amo in accompagnamento ad una buona dose di pappardelle.

DSC_0521Quelle pappardelle di una volta, spesse, profumate, fatte bene. Il pastificio di Giovanni Castiello mi ha subito accontentato, fornendomi un prodotto davvero all’altezza.

Dato che non amo eseguire ricette in modo tradizionale ho pensato ad una rivisitazione da ingordi veri.

Pappardelle con funghi porcini e guanciale croccante il tutto accompagnato da una fonduta di parmigiano. Un delirio per le papille gustative.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200g funghi porcini
  • 320g pappardelle
  • 200 ml panna da cucina
  • 180g parmigiano
  • 150g guanciale
  • olio evo
  • sale&pepe

 

Iniziate a tagliare a cubetti i funghi porcini che non vanno mai lavati ! Puliteli con uno strofinaccio umido e un pennellino dalle setole dure ma non bagnateli mai, l’acqua corrente fa perdere al fungo tutta la sua pazzesca fascia aromatica.

 

Dopo aver tagliato a cubetti i funghi porcini saltateli in padella a fuoco vivo per due minuti con un filo d’olio evo, uno spicchio d’aglio e mezzo peperoncino. Abbassate la fiamma e aggiungete un mestolo di brodo vegetale (o acqua bollente) ai funghi e ultimate la cottura a fuoco moderato.

Nel frattempo preparate il vostro guanciale croccante. Tagliate il guanciale a cubetti più o meno spessi e fateli sudare in una padella antiaderente ben calda. Dopo qualche minuto eliminate il grasso fuoriuscito e continuate a far cuocere ripetendo l’operazione una seconda volta. Eliminato il grasso per la seconda volta, spegnate il fuoco, asciugate i pezzi di guanciale con l’aiuto di qualche foglio di carta assorbente e teneteli da parte.

DSC_0550

Per la fonduta di parmigiano riscaldate la panna da cucina, prima che prenda il bollore spegnete il fuoco, aggiungete il parmigiano, e mescolate il tutto velocemente con una frusta in modo da non creare grumi.

Fate cuocere la pasta in abbondante acqua bollente e salata. Due minuti prima che la cottura sia ultimata scolate la pasta nella padella in cui avete cotto i funghi, aggiungete un mestolo di acqua di cottura e ultimate la cottura in padella in modo che la pasta leghi con i funghi.

 

DSC_0580

 

Componete il piatto creando un nido di pappardelle, aggiungete una manciata di guanciale croccante e un paio di cucchiaini di fonduta di parmigiano. Potete aggiungere anche del prezzemolo, io non lo amo e mi limito ad una spolverata di pepe finale.

DSC_0582

 

Stay hungry, stay foodie!

InGordo.

 

Rispondi