Ricette Street Food

Uova alla Benedict… a modo mio!

La ricetta di oggi è una rivisitazione delle famosissime uova alla Benedict.

Per quanto riguarda l’origine di questo piatto, il New Yorker racconta che alla base di tutto c’è un signorotto vizioso, eccentrico e donnaiolo, Lemuel Benedict.

In particolare tutto è nato grazie ad una sbornia…

Si dice che il giorno della creazione di questo fantastico piatto, Lemuel nonostante fosse ubriaco e nauseato, sentì ugualmente il dovere di consumare una colazione bella sostanziosa, quindi ordino’ due uova in camicia, del pane tostato, del bacon canadese ed un bricco di salsa olandese.

Una volta ricevuta al tavolo la sua ordinazione, pensò egli stesso alla composizione del piatto: lo stesso che oggi porta il suo nome.

Questa novita’ attiro’ l’attenzione del maitre di sala che, una volta assaggiata, decise di inserirla nel menu’ dell’albergo, sostituendo pero’  il toast con un muffin e il bacon con una fetta di prosciutto arrosto. Da quella storica mattina, Lemuel ebbe a compiacersi della fama e del prestigio raggiunto dalla sua invenzione, ma continuo’ a contestare per il fatto che lui l’aveva pensata con il pane tostato. Non accetto’ mai l’idea del muffin… come dargli torto amici miei!

Io ho rivisitato una ricetta normalmente molto grassa e dai sapori molto forti in una versione italiana e per questo motivo più gustosa. Ho sostituito il muffin con del pane ai cereali, il bacon col salmone affumicato e la salsa olandese con un caprino alle erbe.Quest’ultimo elemento è in grado di esaltare il sapore del salmone e non copre il gusto delicato delle uova in camicia.

 

Spennellate le fette di pane con del burro fuso e fatele tostare in una padella antiaderente circa due minuti per lato.

DSC_0506_3
Nel frattempo condite della rucola con olio evo, aceto di mele, pepe, sale e limone.
Spalmate sulle fette di pane tostato il caprino alle erbette, aggiungete la rucola condita in precedenza, il salmone affumicato e solo all’ultimo momento fate delle uova in camicia.
Le uova preparate in questo modo, molte volte risultano essere un incubo. In realtà sono molto facili da preparare se vengono seguiti dei passaggi ben precisi.
Riempite una pentola di ampio diametro per tre quarti d’acqua e quando bolle aggiungete un cucchiaio di aceto di vino bianco. Dopodiché abbassate la fiamma e fate in modo da far semplicemente sobbollire (e mai bollire) l’acqua.
A questo punto rompete le uova in una ciotolina; aiutandovi con un cucchiaio create un vortice nell’acqua in cui farete scivolare, una per volta e molto delicatamente, le uova che avranno come tempo di cottura 3 minuti. Trascorso questo tempo toglietele dalla pentola con l’aiuto di una schiumarola, asciugate l’acqua in eccesso con l’aiuto di carta assorbente da cucina, salate leggermente le uova e adagiatele sul salmone. Per essere perfette il tuorlo delle uova deve rimanere cremoso e non deve coagulare.
DSC_0512
Vi dó un consiglio… Questo piatto va mangiato sfiorando leggermente l’uovo in camicia con una forchetta facendo in modo che il tuorlo coli e copra tutti gli ingredienti. Fatto ció mangiate e godetene tutti!
DSC_0520
Stay hungry, stay foodie
InGordo.

 

Inserisci un commento