Ricette

Threesome

Questo piatto si chiama Threesome. La domanda “perché Threesome ?” sorge spontanea. Vi spiego. Partiamo dalle origini. Pasta e patate è uno dei piatti che amo di più e ho sempre pensato che quella tradizionale fosse inarrivabile e mi sono sempre attenuto alla ricetta originale usando sempre gli stessi ingredienti. Poi però, un bel giorno, mi so svegliato con la voglia di cambiare un po’ questo piatto. Fare una rivisitazione personale in cui fossero presenti tutti gli elementi di quella tradizionale in una forma e consistenza diversa.

Ho aggiunto alla tipica pasta e patate la patata viola. Troviamo, dunque, due tipi di patate ed in tre consistenze (in crema quelle gialle, chips e cubetti al vapore di patate viola).Per questo ho pensato di dare il nome threesome a questo piatto, poiché ogni formato della pasta ammiscat fa na cosa a tre con le due patate.

Il parmigiano c’è, proprio come nella pasta e patate tradizionale, ma è in forma di chips. Anche la provola c’è ma ne ho fatto una fonduta aromatizzata al limone. Per finire, olio a crudo, pepe e basilico.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320g di pasta mista
  • 4 patate gialle medie
  • Una cipolla
  • Una carota
  • Una costa di sedano
  • 3 patate viola
  • Una foglia di limone
  • 160g di parmigiano 36 mesi
  • 250ml di panna fresca
  • 150g di provola affumicata
  • pepe q.b
  • basilico q.b
  • olio evo

Procedimento

  • Step 1:

Partite con le cialde di parmigiano. Prendete una padella antiaderente, mettetela a fuoco lento, aggiungete dei mucchietti di parmigiano. Piano piano il parmigiano si scioglierà legandosi. Quando si formeranno delle bollicine in superficie ed il fondo sarà semisolido, prelevate il tutto con una palettina delicatamente e ponete la cialda su carta forno e fate raffreddare. Se non siete pratici allora foderate una teglia con carta forno, create dei mucchietti di parmigiano, stendeteli in forma circolare, infornate a 180 gradi circa fino a quando i bordi delle cialdine non risulteranno ambrati, dopodichè lasciate raffreddare.

  • Step 2:

Per la fonduta di provola. Versate la panna in un pentolino e ponetela sul fuoco, in infusione mettete una foglia di limone ben lavata, quindi fate cuocere a fiamma moderata fino a ridurre la panna della metà. Prelevate la foglia di limone, aggiungete la provola (precedentemente fatta a cubetti ed asciugata con carta assorbente), un cucchiaio di parmigiano e frullate il tutto. Dopo aver creato una crema densa (ma non troppo), tenete da parte.

  • Step 3:

Tagliate alla mandolina parte delle patate viola ricavandone lamelle molto sottili per le chips, da un’altra parte ricavatene dei cubetti. Fate cuocere le chips in padella antiaderente precedentemente unta con olio evo. I cubetti fateli cuocere al vapore dopodichè conditeli con olio evo, basilico e pepe nero (il sale NO).

  • Step 4:

In una casseruola aggiungete olio evo. Aggiungete poi cipolla, sedano e carota a dadini, un pizzico di pepe e basilico. Fate soffriggere a fuoco lento. Aggiungete le patate gialle tagliate a cubetti. Fate cuocere ed insaporire per circa 10 minuti evitando di far bruciare il soffritto. Salate ed aggiungete due mestoli di acqua. Arrivata l’acqua a bollore, calate la pasta. Fate cuocere ed aggiungete altro liquido se necessario. A cottura ultimata, spegnete il fuoco, aggiungete un filo d’olio a crudo, pepe nero, coprite la casseruola e fate riposare per un minuto.

  • Impiattamento:

Mettete la pasta in un piatto, aggiungete la fonduta aromatizzata al limone, qualche chips, i cubetti di patate viola. Alla fine, spezzettate le cialdine di parmigiano ed adagiatele in superficie. Aggiungete qualche foglia di basilico un filo d’olio a crudo e servite.

 

La patata viola,  oltre a dare croccantezza (chips) e consistenze diverse (al vapore) dalla crema che le patate gialle creano in cottura con la pasta, riesce a dare un tocco di dolcezza in più a smorzare la sapidità delle cialdine di parmigiano. La fonduta di provola aromatizzata chiude il cerchio. Lega il tutto e con quel leggero sentore di limone non fa stancare il palato facendo risultare il tutto più gradevole!

 

 

Rispondi