Gourmet Ricette

InGordo con D’Amico-Baccalà e ceci neri della Murgia

Oggi una nuova ricetta in collaborazione con D’Amico.

Questa volta ho utilizzato un prodotto nuovissimo. Dei legumi pregiati, insoliti e dal sapore unico. Sto parlando dei ceci neri della Murgia! Questi ceci sono ottimi per condire la pasta, per fare delle zuppe, per la realizzazione di creme, passatine e sono ottimi anche da mangiare appena estratti dal barattolo. Una scolata, una sciacquata e via a freddo, con un filo d’olio, in una bella insalatona (ad esempio).

Io li ho abbinati al baccalà. Il loro sapore dolciastro con una nota di affumicato si sposa alla grande con la sapidità del baccalà. Alla passatina di ceci ho abbinato poi dei pomodori confit, olio al timo e zeste di limone!

Ingredienti:

  • una confezione di ceci neri della Murgia
  • 600g di baccalà
  • 200g pomodorini datterini
  • un limone non trattato
  • olio evo
  • timo
  • aglio
  • sale&pepe
  • zucchero di canna

Procedimento:

Iniziate dai pomodori. Tagliateli a metà. Adagiateli su una teglia foderata da carta forno, aggiungete un filo d’olio, un pizzico di sale, un pizzico di zucchero di canna su ogni metà, timo, pepe e mettete in forno a 240 gradi per i primi 10 minuti e 120 gradi per altri 20.

Mentre i pomodori sono in forno a caramellarsi e ad asciugarsi, dedicatevi alla passatina di ceci neri. in una casseruola aggiungete olio, pepe, aglio, sedano, un paio di gambi di prezzemolo e fate soffriggere lentamente per 10 minuti. Scolate i ceci, lavateli e metteteli in casseruola. Fateli insaporire per bene dopodichè aggiungete due mestoli di brodo vegetale (o acqua bollente). Fate andare per 10 minuti. Aggiustate di pepe e di sale, eliminate aglio, sedano e prezzemolo e frullate il tutto aggiungendo olio evo a filo. Dopo aver effettuato questa operazione passate il tutto in un colino a maglia fine per eliminare bucce ed eventuali impurità e mettete da parte.

Lavorate il baccalà ricavandone dei filetti belli spessi.

Cospargeteli di olio e pepe e metteteli in una padella molto molto calda (insieme ad un filo d’olio) dal lato della pelle. Fate andare il baccalà in padella senza toccarlo per 3\4 minuti. La pelle così diventerà croccante e lascerà penetrare il calore al cuore del filetto del baccalà molto lentamente cuocendolo alla perfezione.

Passati 3\4 minuti girate il baccalà dall’altro lato delicatamente e fate cuocere per un altro minuto. Spegnete il fuoco, lasciate riposare il filetto per un minuto dopodichè impiattate. Sul fondo del piatto mettete due cucchiai di passatina di ceci neri della Murgia, adagiate due filetti di baccalà, 6\7 pomodorini confit, le zeste di limone e un filo d’olio al timo a crudo.

Questo piatto può essere un’ottima idea per il cenone della vigilia di Natale e di capodanno, occasioni in cui il baccalà spadroneggia in cucina e viene mangiato sempre allo stesso modo (fritto o bollito).

 

Non siate monotoni, osate, mettetevi all’opera e vi garantisco che non ve ne pentirete!

Rispondi