Ricette Street Food

Arancini

Gli arancini sono un classico della cucina italiana e uno dei prodotti da rosticceria che più amo. Possono essere “bianchi” o al ragù, di forma conica o sferica, con lo zafferano o senza. Dalla Sicilia con furore, citati anche in libri (gli arancini di Montalbano di Andrea Camilleri) e molti film, da secoli deliziano i palati degli abitanti della nostra penisola e non solo. Sono conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo e sono una vera goduria tutta da mordere. L’arancino è considerato dai siciliani il prodotto di rosticceria più caratteristico della propria regione e quasi tutte le grandi città ne rivendicano la paternità. Tra dicerie e varie leggende non si è mai capita la reale provenienza. Io nel dubbio, magno. Anzi, prima cucino e poi magno. Siete del mio stesso parere scommetto, quindi, beccatevi la mia ricetta!

Io li preferisco con zafferano, ragù e provola. Di forma conica e belli ciccioni alla base.

Ingredienti:

  • 1000g riso carnaroli
  • 500g pomodori pelati
  • 200g carne macinata
  • 100g piselli
  • 150g mozzarella
  • burro q.b
  • pangrattato
  • 2l olio semi d’arachidi
  • cipolla
  • sedano
  • basilico
  • 6g zafferano

Preparazione ragù:

Fate soffriggere la cipolla, sedano, basilico e carota in olio evo. Aggiungete la carne trita di manzo e infine i piselli già sbollentati. Fate rosolare per bene la carne, aggiungete un mezzo bicchiere di vino rosso, fate sfumare la parte alcolica e aggiungete la passata di pomodoro. Salate, pepate e fate cuocere fin quando non avrete ottenuto un composto corposo e poco liquido. Terminata la cottura mettete da parte.

DSC_0506

Preparazione risotto:

Fate sciogliere in una casseruola del burro con un filo d’olio. Aggiungete la cipolla tagliata finemente e fatele appassire. Aggiungete il riso, fatelo tostare per 2 minuti a fuoco medio (la tostatura è fondamentale, serve infatti per sigillare e preparare i chicchi di riso alla cottura. Il riso senza tostatura tirerà fuori molto amido e risulterà colloso). Aggiungete il brodo poco alla volta(di carne o vegetale) al riso e a metà cottura aggiungete lo zafferano. Ultimata la cottura correggete di sale e pepe, spegnete il fuoco e mantecate il riso con una noce di burro ed una manciata di parmigiano. A mantecatura ultimata aggiungete 2 uova,mescolando velocemente, per legare il tutto.

DSC_0514

 

Trasferite il riso su un foglio di carta forno, allargatelo bene con un cucchiaio di legno, copritelo in superficie con altra carta forno per evitare che diventi secco, e lasciatelo raffreddare per circa 2 ore.

DSC_0519

Procedimento finale:

Una volta freddo, trasferite una manciata di riso nel palmo di una mano, prima compattatelo bene poi formate un piccolo solco che farcirete con ragù e cubetti di provola strizzata e privata del latte in eccesso. Richiudete il tutto con altro riso e date una forma conica o sferica agli arancini.  Passateli nella farina, quindi nell’uovo sbattuto ed infine nel pangrattato.

DSC_0534

Ultimata questa operazione friggete gli arancini in abbondante olio di semi di arachidi. Quando saranno ben dorati, scolateli su un foglio di carta assorbente, salate e serviteli.

 

DSC_0552

Stay hungry, stay foodie!

InGordo.

Rispondi